Archivi della categoria: Forania della Montagna

domenica 31 Luglio :
Moggio Udinese: da mons. Caucig un libro per raccontare trent’anni insieme
31/07/2022 (tutto il giorno)

Un libro per raccontare 30 anni di cammino della comunità di Moggio. “In cammino insieme, da trent’anni”. Porta questo titolo il volume pensato e realizzato durante il periodo di clausura imposto dalla pandemia Covid, dal parroco mons. Lorenzo Caucig e dai suoi collaboratori. Il volume, che riassume momenti ed esperienze di vita condivisa (in oltre 400 pagine), è in distribuzione presso la canonica e presso la sede della Pro loco in piazza Pertini.

venerdì 4 Settembre :
Cercivento, si inaugurano i nuovi mosaici de «La Bibbia a cielo aperto»
04/09/2020 (tutto il giorno)

A Cercivento nell’ambito del progetto «La Bibbia a cielo aperto» è stata realizzata una quarta e ultima serie di affreschi dall’iconografo Paolo Orlando, che chiuderà il ciclo d’opere  raffigurate su pareti e volte della canonica (inaugurazione giovedì 3 settembre,  dalle ore 20.30) e la «Via della Fede», che impreziosisce via Taviele con  quattro splendidi mosaici di padre Marko Ivan Rupnik, teologo e artista  gesuita, direttore del Centro Aletti di Roma. L’inaugurazione giovedì 3 settembre, ecco il programma con un doppio appuntamento nella Pieve di Cercivento. Giovedì  3 settembre, alle 20.30, la chiesa ospiterà il convegno «La bellezza ci  unisce», con interventi degli artisti padre Marko Ivan Rupnik, su «Il bello  nell’arte sacra della Chiesa occidentale, tra passato e presente» e Paolo  Orlando, su «La riscoperta dell’icona e della Tradizione orientale della  Chiesa». Introduzione di mons. Sandro Piussi, direttore dell’Ufficio Beni  culturali della Diocesi. A seguire, nella canonica, presentazione e benedizione  delle opere realizzate dal maestro Orlando. Sabato 5 settembre, alle 16,  convegno «La preghiera: respiro dell’anima nella Chiesa d’oriente e nella  Chiesa d’occidente, i due polmoni dell’Europa», con introduzione dell’Arcivescovo  di Udine mons. Andrea Bruno Mazzocato. Interverranno  padre Rupnik («Pregare  davanti a un’Icona e con la Parola») e Maksim Kivelev, esponente della  Chiesa ortodossa del Patriarcato di Mosca («La Preghiera di Gesù»).

La presentazione dei nuovi mosaici della Via  della Fede, realizzati da p. Rupnik e dal Centro Aletti, alle 18, sarà  arricchita dalla preghiera guidata dall’Arcivescovo Mazzocato. In processione  si raggiungerà via Taviele per lo svelamento dei mosaici e la presentazione  a cura di p. Rupnik. Benedizione finale in piazza della pieve.  Per partecipare  ai convegni e all’inaugurazione delle opere, tel. 388/3432047.

domenica 30 Agosto :
Zuglio, alla Polse di Cougnes una statua dedicata alle donne
30/08/2020 (tutto il giorno)

Il parroco di Zuglio, don Giordano Cracina, lo ha ripetuto spesso: «Vi dovrebbero fare una statua». Ed eccola, sotto al campanile a fianco del Giardino Botanico: una grande scultura di tre metri, dedicata alle donne che in tanti modi sono impegnate per tenere in vita il centro ecumenico La Polse di Cougnes, ai piedi della pieve di San Pietro. L’opera, realizzata dallo scultore Franco Maschio grazie ad una donazione di Redento Fabbro, sarà inaugurata domenica 30 agosto. Dopo la S. Messa delle 10.30 celebrata nella cappella della Polse dall’arcivescovo mons. Diego Causero, la benedizione alla presenza delle autorità. Sulla statua si trova l’iscrizione: “A lis feminis de Polse, spetacul di laboriositât, sapiensie, bontât”.

domenica 30 Agosto :
La Carnia celebra a Tolmezzo Sant’Ilario
30/08/2020 (tutto il giorno)

Domenica 30 agosto a Tolmezzo e in altre comunità si celebrerà la festa di Sant’Ilario martire, patrono della Carnia. Domenica 23 sono state traslate le reliquie nella chiesetta di Madonna di Strada e di Sant’Ilario alla rotonda per Betania. Sabato 29 alle ore 20, si terrà la solenne processione dalla Cappella al Duomo, con il canto straordinario del Vespero del Martire.  Ogni sera della settimana, fino al 28 agosto, alle ore 20 nella cappella viene recitata la solenne preghiera di invocazione del Patrono. Alla processione di sabato 28 sono stati invitati sacerdoti e fedeli in rappresentanza di ogni paese della Carnia con la propria Croce astile. Invito raccolto e rilanciato da mons. Pietro Piller, vicario foraneo e parroco di Ampezzo, che ha diffuso nelle proprie comunità la preghiera al Patrono. In Duomo a Tolmezzo si canterà il Vespero solenne dei Martiri a cui seguirà la benedizione del Pane di Sant’Ilario. L’indomani, domenica 30 agosto, le Sante Messe in onore del Santo si concluderanno con la supplica al Patrono della Carnia. L’urna con le reliquie del Santo resterà solennemente esposta fino a domenica 6 settembre.

sabato 15 Agosto :
A Zuglio, il bacio delle croci
15/08/2020 (tutto il giorno)

Il 15 agosto a Zuglio si recupera l’antico rito del Bacio delle Croci rimandato in maggio a causa del Coronavirus. Nel rispetto delle precauzioni sanitarie dettate dal Covid, l’appuntamento sarà questa volta al Plan da Vincule dov’è previsto, alle 10.30 di sabato, il raduno delle croci astili con il canto delle litanie. A seguire, alle 11, l’antico rito del Bacio e la Santa Messa presieduta dall’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato.

Seppur all’aperto, per tutti i partecipanti sarà obbligatoria la mascherina e il distanziamento sociale.

Il rito del Bacio delle Croci è uno dei rituali di religiosità popolare più antichi conosciuti in regione. Un bacio simbolico tra croci che rappresentano la fratellanza di genti, territori e religioni. Una tradizione plurisecolare, originatasi probabilmente in epoca medievale, a testimonianza dell’importanza che il centro romano carnico acquisì anche in età cristiana con la costituzione della Diocesi per volontà del vescovo aquileiese Cromazio tra il IV e il V secolo d.C.

domenica 28 Giugno :
La Madonna di Luggau a Forni Avoltri, due giorni di devozione
28/06/2020 (tutto il giorno)

La Madonna di Luggau in pellegrinaggio a Forni Avoltri. È lo straordinario evento spirituale che la comunità locale, ma probabilmente tutta la Carnia, a cominciare da Sappada, potrà vivere sabato 27 e domenica 28 giugno in quella pieve che di anno in anno, a giugno, accoglieva i pellegrini diretti al santuario mariano d’oltre confine, scavalcando le montagne. I padri del convento, Servi di Maria, di Luggau nella foto il hanno accolto, prima con trepidazione, poi con entusiasmo, l’invito del parroco di Forni Avoltri, don Gianluca Molinaro, di concedere l’immagine dell’Addolorata, almeno per qualche ora, in modo che i suoi fedelissimi della Val Degano potessero onorarla con la preghiera e la meditazione.

martedì 21 Aprile 00:00
EMERGENZA CORONAVIRUS | Segnalateci pagine web e social di Parrocchie e Collaborazioni pastorali
21/04/2020 (tutto il giorno)

In queste settimane – scandite dall’aggravarsi dell’emergenza data dall’epidemia di coronavirus -, come noto, sono stati sospesi tutti gli incontri e le celebrazioni. Nella necessità di stare accanto, in forma nuova, ai fedeli e alle comunità, sono molte le Parrocchie, le Collaborazioni pastorali, le Foranie, o anche semplici gruppi che si stanno organizzando per vivere momenti di preghiera e condivisione on line, a partire dalla celebrazione della Santa Messa.  Chiediamo dunque di segnalarci pagine web, profili e gruppi sui social network così da poter offrire, qui sul sito diocesano, una panoramica completa delle risorse che il territorio sta generando a beneficio di tutti. Vi invitiamo dunque a scrivere all’email sito@diocesiudine.it.

domenica 19 Gennaio :
Rigolato in festa per il «Bambin di Praga»
19/01/2020 (tutto il giorno)

Si rinnova domenica 19 gennaio a Rigolato la festa solenne del Bambin di Praga, particolarmente cara a questa comunità carnica. Si tratta evidentemente di una significativa testimonianza dei rapporti intessuti dai cramârs, i merciai ambulanti che in epoca moderna percorrevano le vie dell’Europa per vendere e acquistare prodotti di vario genere, tra i paesi della Carnia e il mondo a nord delle Alpi. A Rigolato si venerava una riproduzione del Bambino Gesù che, secondo tradizione proveniva dalla capitale ceca, ed era stata portata in paese nella prima metà del XVIII secolo. La statuetta, che aveva la testa e le mani di cera innestate su una forma di legno, era completamente rivestita di un abito ricamato e, a causa dell’usura del tempo, era stata sostituita a metà del secolo scorso con una statua simile, interamente in legno. Alle 10 verrà celebrata la Santa Messa solenne animata dai Cantuors di Sant Jacom con le tradizionali melodie della tradizione patriarchina locale. Per saperne di più leggi la notizia.