Consiglio Pastorale Diocesano

Questo organismo, suggerito dal Concilio e disciplinato dal nuovo codice di diritto canonico, è presieduto dal Vescovo. Esso è formato da sacerdoti, religiosi e laici che , in rappresentanza di tutti i fedeli della Chiesa particolare, studiano, valutano e presentano al Vescovo le proposte operative su tutto ciò che riguarda l’attività pastorale diocesana.
Il Consiglio Pastorale Diocesano, in collaborazione con le commissioni e i centri pastorali, prende in esame i problemi e le istanze pastorali della Diocesi per elaborare piani concreti di azione pastorale da presentare al Vescovo. Esso inoltre interviene con il suo parere e le sue proposte di orientamenti pastorali sulle situazioni più urgenti della Diocesi. Infine promuove, di comune intesa con il Consiglio Presbiterale, l’attuazione sia dei piani, sia delle scelte pastorali.
Il singolo membro del Consiglio Pastorale Diocesano nell’ambito del Consiglio stesso si fa interprete e portavoce della situazione pastorale della propria Forania o istituzione ecclesiale, e propone gli orientamenti e le scelte pastorali corrispondenti. A livello di Forania il consigliere collabora con il Vicario Foraneo per la convocazione e la guida responsabile del Consiglio Pastorale Foraniale e per l’attuazione delle scelte pastorali diocesane.
 
Costituzioni Sinodali, Sinodo Diocesano Udinese V, n° 134

Composizione del Consiglio Pastorale Diocesano

In via di definizione

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail