Caritas, catechisti e pastorale giovanile insieme per l’«Avvento di solidarietà» 2022

È on-line la prima scheda del percorso di sensibilizzazione e animazione per l'Avvento 2022 intitolato «GenerAzioni di Bene», realizzato congiuntamente dalla Caritas diocesana, dall’Ufficio per l’Iniziazione cristiana e la catechesi e dalla Pastorale giovanile diocesana. Il cammino proposto accompagna le comunità parrocchiali dalla prima domenica di Avvento (27 novembre 2022) fino alla Giornata Mondiale per la Pace (1 gennaio 2023).

Il tema scelto per questa edizione dell’«Avvento di solidarietà» richiama il mistero dell’incarnazione che celebriamo a Natale. Il percorso offre l’occasione per riflettere, a livello personale e di gruppo, sulle azioni e le relazioni che testimoniano il Bene, la presenza di Dio che “prende carne” nelle nostre vite e in quelle delle persone che incontriamo.

Viene proposto attraverso schede mutimediali – in formato PDF – contenenti attività e spunti di riflessione progettati per varie fasce d’età e diversi contesti di gruppo: bambini 6-10 anni; ragazzi 11-13 anni; adolescenti 14-17 anni; adulti e catechisti; gruppi Caritas. I contenuti di ogni scheda sono ispirati al Vangelo della relativa domenica di Avvento e, grazie alla condivisione di un segno durante la liturgia domenicale, tutta la comunità parrocchiale potrà partecipare al percorso.

Le schede si possono scaricare liberamente dai siti web della Caritas diocesana, dell’Ufficio per l’Iniziazione cristiana e la catechesi e dell’Ufficio di Pastorale giovanile.

 

La prima scheda: «Tenetevi pronti»

Nella prima domenica d’Avvento (27 novembre 2022) il simbolo saranno le scarpe, a richiamare l’impegno a camminare lungo i sentieri della fraternità, servendo con amore i “piedi stanchi” di quanti soffrono dal punto di vista materiale, relazionale, spirituale.

I gruppi di catechismo e oratorio potranno scegliere video e attività che aiutino i bambini, ragazzi e giovani a scoprire cosa significa mettersi nei panni dell’altro e prenderci cura gli uni degli altri, perché nell’incontro autentico i cristiani scorgono, nel volto dei fratelli e delle sorelle, nientemeno che il volto di Dio.

Gli adulti, in particolare i catechisti, avranno l’occasione di mettersi nei panni delle nuove generazioni per cercare di comprendere l’impatto che questi anni di pandemia hanno portato alle fasce d’età in cui l’interruzione dell’interazione con i coetanei ha impedito di vivere pienamente alcuni momenti fondamentali della crescita.

I gruppi Caritas potranno riflettere sull’importanza del coinvolgimento della comunità, affinché l’attenzione ai poveri non sia “delegata” a piccoli gruppi di persone, ma resti al cuore della vita cristiana e la società intera possa camminare nella solidarietà e nella giustizia.

🔽 La prima scheda: «Tenetevi pronti»

 

Il percorso successivo

Le prossime settimane saranno accompagnate da altri “segni”: sassi, cuffiette-audio e lanterna. Il percorso di Avvento, infatti, ci condurrà a interrogarci su cosa significa “conversione interiore” nella vita di oggi, alla luce della Dottrina sociale della Chiesa e dell’incontro “Economy of Francesco”, che a settembre 2022 ha visto riuniti migliaia di giovani ad Assisi. Si susseguiranno storie e testimonianze di vita, cambiamenti avvenuti grazie all’esperienza dell’incontro profondo e dell’ascolto. Ragazzi e adulti saranno guidati alla (ri)scoperta di cosa significa prendersi cura degli altri, essere segno di speranza per il mondo, sull’esempio di San Giuseppe.

La conclusione del percorso “GenerAzioni di Bene” sarà la Giornata Mondiale della Pace, occasione per rinnovare l’impegno a vivere ogni giorno da testimoni del Vangelo, costruttori di pace.

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail