L’Issr di Udine propone ai catechisti il corso di Catechetica (e non solo)

In partenza il 18 febbraio sarà curato dal sacerdote triestino don Lorenzo Magarelli. Il corso si svolgerà ogni martedì, dalle 20 alle 21.35, nei locali dell'ISSR in viale Ungheria 22 a Udine. Qui tutte le informazioni.

L’Istituto Superiore di Scienze Religiose «Santi Ermagora e Fortunato» (ISSR) – con sede a Udine ma facente capo alle Diocesi di Udine, Gorizia e Trieste – avvierà a partire dal 18 febbraio il corso di Catechetica, curato dal sacerdote triestino don Lorenzo Magarelli. Il corso si svolgerà ogni martedì, dalle 20 alle 21.35, nei locali dell’ISSR in viale Ungheria 22 a Udine.

I catechisti interessati possono seguire il corso in qualità di uditori, iscrivendosi entro il 31 gennaio presso la segreteria ISSR e versando la quota di partecipazione di 65 euro.

Obiettivi e contenuti

Il corso è finalizzato a introdurre gli studenti all’agire ecclesiale nel suo versante educativo. La catechesi, che coinvolge tutte le età e tutti gli stati di vita, si configura come introduzione sempre maggiore al mistero della vita di e in Dio, principalmente attraverso l’interiorizzazione della sua verità tramite la peculiarità del metodo catechistico.

Per quanto concerne i contenuti, il corso si apre con una rapida ricognizione alla storia della catechesi, per giungere a una definizione articolata alla luce del magistero conciliare e dei documenti della Chiesa italiana. Si procede, quindi, allo studio multidisciplinare della materia fino all’approfondimento dell’atto catechistico.

Non solo catechetica: ri-attivato il corso di Teologia pastorale

L’esigenza di formazione evidenziata dagli operatori pastorali non trova soddisfazione soltanto nel corso di catechetica. Ad anni alterni l’ISSR offre anche il corso di Teologia pastorale, tenuto da mons. Ivan Bettuzzi. Quest’anno, pur non essendo previsto, esso è stato attivato ugualmente, in virtù della rinnovata attenzione alla formazione degli operatori pastorali. L’intento sarà di avere una particolare attenzione alla concretezza della vita ecclesiale nelle nostre comunità cristiane.

Per approfondire:

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube