Continuano gli appuntamenti della «Festa diocesana della vita»

Sabato 15 febbraio si terrà lo spettacolo «Siamo nati e non moriremo mai più» nella Basilica della B.V. delle Grazie alle 16.30. Ad esibirsi sarà il «Piccolo coro Artemìa» di Torviscosa, diretto da Denis Monte, insieme alla voce recitante dell’attore friulano Manuel Buttus. Attraverso pagine musicali con voci giovanissime piene di vita e pagine scelte sarà possibile riscoprire la storia luminosa di Chiara Corbello Petrillo.

Si rinnova, come ogni anno, l’ormai tradizionale appuntamento della «Festa diocesana della vita» promosso dal «Coordinamento diocesano Persona – Famiglia – Vita» in occasione della 42ª «Giornata nazionale per la vita», quest’anno accompagnata dal tema «Aprite le porte alla vita» (a questo link tutti i materiali e il messaggio dei vescovi). Come sempre ricco il  programma di iniziative che ha già preso avvio sabato 25 gennaio con il racconto testimonianza della vita di Chiara Corbella Petrillo, a cura del postulatore della causa di canonizzazione, padre Romano Gambalunga, e di Veronica Loconte, amica di Chiara (durante l’incontro è prevista attività di animazione per i più piccoli) e ha avuto il suo fulcro sabato 1 febbraio con la Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo nella basilica delle Grazie a Udine.

Si prosegue sabato 15 febbraio con lo spettacolo «Siamo nati e non moriremo mai più», sempre nella Basilica della B.V. delle Grazie, alle 16.30. Ad esibirsi sarà il «Piccolo coro Artemìa» di Torviscosa, diretto da Denis Monte, insieme alla voce recitante dell’attore friulano Manuel Buttus. Attraverso pagine musicali con voci giovanissime piene di vita e pagine scelte sarà possibile riscoprire la storia luminosa di Chiara Corbello Petrillo.

Infine il 25 marzo in Cattedrale alle 19.00 la Santa Messa nella solennità dell’Annunciazione del Signore, presieduta da mons. Andrea Bruno Mazzocato. In questa occasione parteciperanno alla celebrazione tutti coloro che si spendono per proteggere la vita dal suo concepimento.

Qui la locandina in formato pdf.

Qui l’evento su Facebook.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube