Pastorale giovanile, al via le veglie di inizio anno nelle foranie

Venerdì 16 ottobre appuntamenti in tutto il Friuli collinare (San Daniele, Martignacco e Vendoglio) e per i giovani del Vicariato urbano. Venerdì 23 toccherà alla Bassa Friulana con la tappa di Lignano Sabbiadoro e al Friuli Orientale con la veglia a Cividale. Chiude il percorso di preghiera la Forania della Pedemontana con la veglia a Tarcento. Filo conduttore di questo cammino, il tema «L'essenziale».

Prende avvio il nuovo anno pastorale con le tradizionali veglie dei giovani nelle foranie, si inizia lunedì 12 ottobre con il Medio Friuli, alle 20.30 – a Pantianicco e giovedì 15 nel santuario di Screncis. Il momento di preghiera è dedicato in modo particolare agli adolescenti (a partire dalla prima superiore in su), giovani e operatori pastorali e avrà per titolo «L’essenziale».

Il tema della veglia

L’essenziale. È quello che serve alla fede per alimentarsi, anche da giovanissimi e anche in tempi difficili come quelli di una pandemia. È ciò che sta al centro del brano biblico in cui due discepoli di Gesù, scoraggiati e affranti, si allontanavano dalla città della risurrezione – Gerusalemme – per andare chissà dove (I discepoli di Emmaus, Lc 24,13-53). Eppure in quel cammino ebbero modo di sperimentare proprio l’essenziale: l’ascolto della Parola e l’Eucaristia, due momenti in cui la presenza reale di Gesù risorto si è fatta sentire in modo decisivo.

L’icona della veglia sarà proprio questa: sull’esempio dei due discepoli di Emmaus, l’immersione in un cammino di Chiesa che – pur nella pandemia – si mette alla scuola della Parola e all’ascolto di Gesù Eucaristia.

Questi tre elementi – il cammino di Chiesa, la Parola e l’Eucaristia – sono ben rappresentati dal collage che accompagna le veglie: l’originale è un affresco presente nella canonica di Cercivento, inserito nel contesto della “Bibbia a cielo aperto”.

Un cammino… nei territori

Non c’è soltanto il cammino dei due discepoli di Emmaus. Anzi. La veglia di inizio anno 2020 vede parte attiva proprio i catechisti e gli educatori di gruppi di adolescenti, chiamati a costruire assieme il proprio momento celebrativo. Grazie alla disponibilità di alcuni sacerdoti giovani – uno per forania – la PG diocesana ha avviato questo percorso di prossimità ai territori, responsabilizzando e facendo crescere in primis i catechisti stessi.

Distanziati. Ma non lontani

Come noto, le regole COVID impongono un distanziamento anche nelle chiese: tale elemento influisce sulla capienza degli edifici di culto. Un ostacolo che può tramutarsi in un’opportunità: diverse Foranie, infatti, hanno accolto l’invito a celebrare ciascuna diverse veglie di inizio anno, permettendo la partecipazione al maggior numero di persone e – soprattutto – proponendo un momento di preghiera ancor più vicino agli stessi giovanissimi che lo animeranno. Anche questa è una forma di prossimità.

Il calendario delle veglie

Forania della Bassa friulana:

  • Venerdì 23 ottobre, ore 20.30, duomo di Lignano Sabbiadoro

Forania del Friuli centrale:

  • Venerdì 23 ottobre, ore 20.30, Duomo di Mortegliano
  • Venerdì 23 ottobre, ore 20.30, Duomo di Palmanova

Forania del Friuli collinare:

  • Venerdì 16 ottobre, ore 20.30, chiesa di Vendoglio
  • Venerdì 16 ottobre, ore 20.30, duomo di Martignacco
  • Venerdì 16 ottobre, ore 20.30, duomo di San Daniele

Forania del Friuli orientale:

  • Venerdì 23 ottobre, ore 20.30, duomo di Cividale

Forania del Medio Friuli:

  • Lunedì 12 ottobre, ore 20.30, chiesa di Pantianicco
  • Giovedì 15 ottobre, ore 20.30, santuario di Screncis

Forania della Montagna:

informazioni a breve

Forania della Pedemontana:

  • Sabato 24 ottobre, duomo di Tarcento

Vicariato Urbano di Udine:

  • Venerdì 16 ottobre, ore 20.30, Cattedrale

 

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube