Insegnanti di Religione, c’è la «tre giorni» di formazione

«Crescere nell’insegnamento della religione come persone e come cittadini» è il filo conduttore del percorso di aggiornamento che si terrà all'Istituto Bearzi giovedì 20, venerdì 21 e sabato 22 giugno, dalle ore 15 alle 18. Circa 200 gli insegnanti attesi per il tradizionale momento di formazione.

Tre pomeriggi di formazione, nell’aula magna dell’Istituto Bearzi, a Udine, per gli insegnanti di religione della scuola primaria, sul tema «Crescere nell’insegnamento della religione come persone e come cittadini». L’appuntamento è per giovedì 20, venerdì 21 e sabato 22 giugno, dalle ore 15 alle 18. «L’insegnamento della religione è uno spazio di crescita importante per gli alunni e rappresenta anche l’opportunità per offrire un contributo per lo sviluppo delle competenze che riguardano la cittadinanza – spiega il direttore dell’Ufficio scuola diocesano, don Giancarlo Brianti –. Attraverso il confronto con la dimensione religiosa dell’uomo, gli insegnanti hanno la possibilità di orientare gli alunni verso un progetto di vita personale e aperto al dialogo con le diversità culturali».

Gli incontri

Circa 200 gli insegnanti di religione attesi al Bearzi. Giovedì, Daniela Fontanazzi, formatrice Ceis, di Modena, tratterà il tema «I care: empatia e altruismo», approfondendo l’aspetto del prendersi cura dell’altro; venerdì, Italo Fiorin, docente di Didattica e Pedagogia alla Lumsa a Roma e padre della proposta pedagogica «Service learning» illustrerà come è possibile «Educare alla responsabilità»; infine, sabato, la biblista Antonella Anghinoni proporrà una riflessione su come «Nutrire l’anima e il corpo», parlando del cibo nella Bibbia.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube