Ritiro quaresimale dei ministri straordinari della comunione

«In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta…» è il tema del tradizionale ritiro quaresimale dei ministri straordinari della comunione che si terrà domenica 18 marzo, dalle 15 alle 17, nella casa delle Suore Dimesse in via Treppo 11 a Udine.

«In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta…». L’esordio del celebre brano della visita di Maria a Elisabetta (Lc 1,39-56) è già un programma ecclesiale. La giovane donna di Nazaret, infatti, dopo aver ricevuto l’annuncio dell’angelo si fa missionaria “affrettata”: Maria ha urgenza di andare da Elisabetta per contemplare con lei il Dio che compie «grandi cose». Questa è la ragione di tanta fretta e del suo salire verso i monti: anche lì l’Onnipotente realizza la salvezza per chi si affida a lui.

La Chiesa, nel nostro tempo e nei nostri luoghi, è chiamata a “uscire”, ad andare incontro agli uomini per annunciare il Vangelo, ma anche per riconoscere i germogli di salvezza che già crescono. Soprattutto chi ha ricevuto un compito particolare, qual è quello di ministro straordinario della comunione, sa di dover “alzarsi in fretta” per andare dai fratelli, soprattutto sofferenti, a cantare il Magnificat della speranza. E come Maria entra nella casa del sacerdote Zaccaria, così ogni battezzato è invitato ad entrare nella Chiesa, casa tutta sacerdotale, per vivere le sfide del nostro tempo e testimoniare il regno di Dio.

Sulla questa scia procederà la meditazione di p. Francesco Rossi, stimmatino, in occasione del ritiro quaresimale dei ministri straordinari della comunuone, che si terrà domenica 18 marzo, dalle 15 alle 17, presso la casa delle Suore Dimesse in via Treppo 11 a Udine.

Dopo la meditazione, ci sarà un tempo di adorazione eucaristica e, al termine, si celebreranno i Secondi Vespri della V domenica di Quaresima.

 

 

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube