Chiesa udinese in festa per quattro nuove cristiane

Domenica 14 giugno, solennità del Corpus Domini, alle 10.30 in Cattedrale, l’Arcivescovo celebrerà la S. Messa e conferirà i sacramenti dell’iniziazione cristiana a quattro donne che hanno percorso il percorso del catecumenato. Le tappe quest'anno a causa di Covid-19 sono state scandite in maniera diversa, ma ora finalmente il percorso giunge a completamento.

Domenica 14 giugno, solennità del Corpus Domini, alle 10.30 in Cattedrale, l’Arcivescovo celebrerà la S. Messa e conferirà loro i sacramenti dell’iniziazione cristiana. Il rito solitamente si vive nella Veglia di Pasqua, ma quest’anno è stato rimandato per la necessità di rispettare le norme anti Covid (la celebrazione sarà trasmessa in diretta dall’emittente diocesana Radio Spazio).

Antonela, Regina Maria, Kate Angela, Ekaterina, questi i nomi delle 4 donne. Hanno tra i 26 e i 44 anni e provengono da diverse parti del mondo – due di loro dall’Albania, una dalla Nigeria, una dalla Russia –. Tutte hanno vissuto il richiamo ad avvicinarsi alla fede in Friuli, dove vivono già da diversi anni e si sono ben integrate nelle loro comunità.

Un percorso quest’anno chiaramente segnato dalle limitazione imposte dalla pandemia di Covid-19. Seppur con tempi diversi si sono comunque trovati spazi e tempi per completarlo. Venerdì 22 maggio, nella chiesa della Purità, si sono potuti vivere così tre momenti, normalmente celebrati in tempi diversi e questa volta, invece, concentrati in un’unica celebrazione: la consegna della preghiera del Padre Nostro, il gesto dell’Effatà e la consegna del Credo. Domenica 14, infine, il momento centrale, con la celebrazione dei sacramenti dell’iniziazione cristiana, mentre per l’ultima tappa, la consegna della veste bianca (che solitamente si vive nella solennità di Pentecoste), l’appuntamento è fissato per la vigilia dei Santi Patroni, l’11 luglio.

Domenica 14 il consueto rito al battistero si svolgerà senza l’immersione nella vasca battesimale, per rispettare le disposizioni sanitarie anti Covid. Dopo il Battesimo, ci si sposterà nuovamente in Cattedrale per la Cresima e la prima Comunione. A sugellare il momento sarà la benedizione finale dell’Arcivescovo con l’augurio: «Che l’Eucarestia accompagni e nutra sempre la vostra vita».

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube