Catechisti di bambini e ragazzi: a settembre un corso con mons. Rino Fisichella

Si inizia giovedì 10 settembre, tre i momenti che scandiranno il percorso dal titolo «Catechista luce di verità – Annunciare Gesù nella cultura odierna». Tenuto conto delle normative anti-Covid sarà necessario iscriversi preventivamente all'iniziativa di formazione.

«Catechista luce di verità – Annunciare Gesù nella cultura odierna» è il corso per catechisti di bambini, ragazzi e adolescenti che prenderà il via a settembre, organizzato congiuntamente dall’Ufficio per l’Iniziazione cristiana e la catechesi e l’Ufficio di Pastorale Giovanile.

Tre i momento che scandiranno il percorso:

  • Il primo incontro si terrà giovedì 10 settembre a Gemona (orario pomeridiano) e Palmanova (orario serale), in luoghi che saranno resi noti a fine agosto. Sarà presente mons. Rino Fisichella (nella foto assieme a Papa Francesco), Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova evangelizzazione. Viste le normative vigenti, agli incontri si potrà accedere solo su iscrizione (disponibile on-line a partire da fine agosto). Chi non potrà partecipare avrà comunque la possibilità di seguire l’incontro serale in streaming.
  • Il secondo appuntamento si svolgerà nelle foranie, secondo un calendario in uscita a fine agosto. Sarà presente l’Arcivescovo mons. Mazzocato, il quale – dopo un momento di preghiera per tutti i catechisti – incontrerà i catechisti dei bambini delle elementari. Nella stessa sera i catechisti di ragazzi e adolescenti, oltre ai responsabili degli oratori, vivranno un momento formativo che proseguirà l’incontro con mons. Fisichella.
  • Il terzo appuntamento consisterà in una veglia di preghiera organizzata dai più giovani e rivolta a tutti gli operatori pastorali. In ottemperanza alle normative vigenti, in particolare per quanto concerne la capienza degli edifici di culto, in ogni Forania potrà essere celebrata più di una veglia. Anche in questo caso il calendario sarà pubblicato a fine agosto.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube