dove ti trovi: Ufficio Scuola » IRC » Materiali Pubblicazioni 
Share

Materiali e Pubblicazioni   versione testuale

Le pubblicazioni dell'Ufficio Scolastico della Diocesi di Udine: Mari Glesie, Due millenni di Cristianesimo, la Parola e i Testimoni.


Mari Glesie

 
Con il bel nome di "madre", la liturgia pasquale si rivolge alla comunità dei credenti in Cristo per invitarla a gioire perché Lui è risorto: "Gioisca la madre Chiesa...".
 
La Chiesa è madre dei cristiani perché dopo averli generati alla fede con il battesimo, continua ad amarli e ad accompagnarli lungo tutta la loro vita. La comunità dei credenti in Cristo è innanzi tuttoquella della propria parrocchia; e anche quella universale presente in tutto il mondo, ma è anche quella della propria regione.
 
È di quest'ultima che si parla in questo testo scolastico: della sua origine in Aquileia, dei suoi momenti significativi e, in particolare, della sua presenza e testimonianza ai giorni nostri.
 
Certamente l'ambiente più favorevole per accostarsi a questa tematica è la scuola, e il libro "Mari Glesie" è innanzitutto un testo scolastico che si affianca, per integrarlo, a quello già in uso; ma anche nella parrocchia e in famiglia sarà divertente scoprire la realtà cristiana presente in Friuli.
 
 
 
 
 
 

Due millenni di Cristianesimo

 
Nel corso dell'anno scolastico 2000/2001, in concomitanza con il Giubileo del 2000, l'Ufficio Scuola dell'Arcidiocesi di Udine ha organizzato la mostra "Due millenni di cristianesimo: una esperienza particolare in Friuli". Una trentina di pannelli sono stati esposti in diverse scuole e sedi di prestigio culturale situate nelle zone territoriali del Friuli, attirando un gran numero di studenti (accompagnati da insegnanti e dirigenti scolastici) e persone comuni, suscitando nei visitatori interesse e curiosità.
 
 
 
 
 
 

La Parola e i Testimoni

 
La pubblicazione "La Parola e i Testimoni", che ripropone le esperienze e le riflessioni preparate dagli insegnanti di religione cattolica della nostra Diocesi in occasione del mandato ricevuto dall'Arcivescovo mons. Pietro Brollo nel dicembre 2003, nasce da una richiesta degli stessi a condividere vissuti personali per arricchirsi vicendevolmente e crescere nel comune sentire.
 
Il libretto si presenta come strumento semplice, a portata di mano, per continuare a riflettere sulla nostra identità di insegnanti di religione e per sostenere la spiritualità della nostra vocazione, così da mantenere una forte carica di motivazione interioredentro una quotidianità scolastica che potrebbe finire con l'inaridirci o l'appiattirci sulla grigia abitudinarietà.