dove ti trovi: Seminario » Comunità Teologica » Tappe Presbiterato 
Share

Tappe Presbiterato   versione testuale

Il percorso di discernimento vocazionale al Sacramento dell’Ordine è segnato da diverse tappe.


Rito di Ammissione: è la prima tappa, che si raggiunge dopo aver concluso il biennio di “discernimento”, nel quale il candidato attraverso il “rito di ammissione”, davanti al proprio vescovo e a tutta la comunità dei fedeli, manifesta pubblicamente la sua libera disponibilità a donare la propria vita al Signore e alla Chiesa.
 
 

Ministeri

Lettorato: è il primo ministero istituito, che il vescovo conferisce alla fine del terzo anno. L'ufficio liturgico del lettore è la proclamazione delle letture nell'assemblea liturgica. Di conseguenza il lettore deve curare la preparazione dei fedeli alla comprensione della parola di Dio ed educare nella fede i fanciulli e gli adulti.Ministero perciò di annunciatore, di catechista, di educatore alla vita sacramentale, di evangelizzatore a chi non conosce o misconosce il Vangelo.Suo impegno, perché al ministero corrisponda un'effettiva idoneità e consapevolezza, deve essere quello di accogliere, conoscere, meditare testimoniare la parola di Dio che egli deve trasmettere.
 
Accolitato: è il secondo ministero istituito, che il vescovo conferisce alla fine del quarto anno. L'ufficio liturgico dell'accolito è di aiutare il presbitero e il diacono nelle azioni liturgiche; di distribuire o di esporre, come ministro straordinario, l'Eucaristia. Di conseguenza, deve curare con impegno il servizio all'altare e farsi educatore di chiunque nella comunità presta il suo servizio alle azioni liturgiche. Il contatto che il suo ministero lo spinge ad avere con "i deboli e gli infermi" lo stimola a farsi strumento dell'amore di Cristo e della Chiesa nei loro confronti. Suo impegno sarà, quindi, quello di conoscere e penetrare lo spirito della liturgia e le norme che la regolano; di acquistare un profondo amore per il popolo di Dio e specialmente per i sofferenti.
 
 

Ordinazioni

Diaconato: è il primo grado del sacramento dell’ordine, il candidato attraverso l'ordinazione e l’imposizione delle mani da parte del vescovo, viene abilitato al servizio della carità. Il diacono è nella Chiesa l’immagine viva del Cristo che serve, del Cristo che per amore si china a lavare i piedi dei suoi discepoli, del Cristo che si fa carico delle sofferenze dei più deboli, del Cristo che proclama la parola del Regno di villaggio in villaggio, del Cristo che si fa vicino a chiunque è minacciato dalla tristezza e dall’angoscia, del Cristo che offre la sua stessa vita in sacrifico.
 
Presbiterato: è il secondo grado del sacramento dell'ordine, che imprime al candidato il “carattere ministeriale”. Attraverso l'ordinazione sacerdotale, per mezzo dell'imposizione delle mani del vescovo, il candidato è consacrato al Signore nel servizio del popolo santo di Dio.