dove ti trovi: Ufficio di Pastorale Giovanile » News » Anno pastorale 2017-2018 » «Ve lo dico io»: uno strumento per gli educatori 
Share

«Ve lo dico io»: uno strumento per gli educatori   versione testuale

In vista del XV Sinodo ordinario dei Vescovi, nasce #VeLoDicoIo: un progetto interattivo ideato dal Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile della CEI che vuole esplorare ambizioni, speranze e paure delle giovani generazioni (fascia di età 16-29 anni). È un ottimo strumento per gli educatori, chiamati a far nascere domande e suscitare risposte.

 

Il progetto #VELODICOIO nasce dalla volontà di Papa Francesco di guardare al mondo giovanile e capirne i sogni, le speranze e le attese, tanto da annunciare un Sinodo sui giovani, un Sinodo – in programma per ottobre 2018 – che lui stesso definisce dei giovani e che porta il titolo I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. «Non si tratta propriamente di un sondaggio, perché alla base non vi è una preoccupazione statistica», spiegano dal SNPG. «Ci siamo posti l’obiettivo di fornire uno strumento che possa essere messo a disposizione di tutti per favorire un confronto di gruppo con i più giovani su 10 tematiche specifiche» (le stesse parole-chiave trattate nel quaderno "Considerate questo tempo", disponibile anche nel nostro ufficio diocesano di Pastorale Giovanile):

  • Ricerca
  • Fare casa
  • Incontri
  • Complessità
  • Legami
  • Cura
  • Gratuità
  • Credibilità
  • Direzione
  • Progetti

 

Per ogni area tematica sono disponibili un set di domande (61 in totale) e dalle risposte collezionate ci aspettiamo che vengano fuori i pensieri, le aspirazioni, le opinioni della generazione 16-29 anni. I risultati saranno visibili sullo stesso sito nel giro di qualche giorno.

 

Le video testimonianze

Ogni area tematica è accompagnata da una testimonianza video che racconta le reazioni degli stessi giovani che in anteprima hanno voluto dire la loro rispetto agli argomenti trattati.

 

Come funziona

Per accedere al progetto e rispondere alle domande non occorre registrarsi, basta iniziare da una qualsiasi delle aree tematiche a disposizione nella homepage del sito.
Le risposte sono anonime e solo al primo accesso sono richieste alcune informazioni sull’età, sesso, luogo di residenza e i dettagli sulla situazione scolastica o professionale esclusivamente per disegnare il profilo dei partecipanti.
Se si vuole, è consentito salvare lo stato delle risposte per riprendere la compilazione in un secondo momento. Il salvataggio è sempre anonimo e inserendo il proprio indirizzo email il sistema invia un link univoco che rimanda al punto dell’intervista che si deve ancora concludere.

Nessuna delle informazioni e delle risposte fornite sul sito saranno comunicate a terzi e rese pubbliche se non in forma di risultati aggregati pubblicati sullo stesso sito. I dati raccolti sono grezzi, non sono statisticamente ponderati per ridistribuire i partecipanti e le risposte in maniera più rappresentativa delle tipologie di pubblico partecipante.

 

Per approfondire: