dove ti trovi: Ufficio di Pastorale Giovanile » News » Anno pastorale 2016-2017 » Alternanza Scuola-Lavoro: informazioni per le Parrocchie 
Share

Alternanza Scuola-Lavoro: informazioni per le Parrocchie   versione testuale

Che cos'è l'Alternanza scuola-lavoro?

 

A partire dall'anno scolastico 2015-2016, la L. 107 del 13/07/2015 (c.d. Legge della “Buona Scuola”) ha introdotto l’obbligo per gli istituti secondari di istituire percorsi didattici di “Alternanza Scuola Lavoro” (A.S.L.) per tutti gli studenti del III, IV e V anno (L. 107/2015, Art. 1, comma 33). In questi tre anni, in particolare, gli studenti di istituti tecnici e professionali dovranno sostenere 400 ore di A.S.L., mentre gli studenti dei licei dovranno sostenere una A.S.L. di 200 ore.

 

La progettazione di questi percorsi avrà anche la finalità di favorire, secondo quanto stabilito dalle norme, l’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni, gli interessi e le attitudini personali, realizzando un organico collegamento delle istituzioni scolastiche con la società civile. Una parte del percorso di A.S.L. potrà essere effettuato anche durante la sospensione della scuola, ovvero durante le vacanze estive.

 

 

In che modo sono coinvolte le Parrocchie?

 

Tra gli altri soggetti, anche le Parrocchie possono dare la disponibilità per la realizzazione di progetti di A.S.L. (D.Lgs. 77/2005, Art. 1, comma 2 e succ. mod.), in conformità con le finalità previste dalle convenzioni stipulate dai singoli istituti scolastici, i quali determinano gli ambiti di svolgimento dei progetti di A.S.L.

 

Dal punto di vista pastorale, le Parrocchie – se interessate a proporsi come enti disponibili ad accogliere studenti per percorsi di A.S.L., con questa opportunità potranno:

  • Offrire la possibilità ai giovani della Parrocchia di vivere esperienze di servizio, contribuendo così allo sviluppo delle competenze sociali già avviato nella scuola;
  • Dare l’opportunità agli studenti che non frequentano la Parrocchia di conoscere e vivere le esperienze di servizio che le Parrocchie stesse mettono in atto: si pensi agli oratori, alle esperienze estive, ai “doposcuola”, ecc..
  •  Contribuire ad attuare l’alleanza educativa tra Chiesa e Scuola.

 

 

Cosa è necessario fare?

 

Ogni Parrocchia, contattata dalla scuola, valuterà il progetto formativo proposto e, in caso di accettazione, dovrà ottemperare a quanto previsto dalla normativa:

  • Individuazione di un referente per il soggetto ospitante (la Parrocchia).
  • Stipula della convenzione tra il soggetto promotore (Scuola) e il soggetto ospitante (Parrocchia).
  • Adesione al progetto formativo individuale firmato dal Parroco.
  • Certificazione in materia di salute e sicurezza del lavoro a carico della Parrocchia (D.Lgs. 81/2008 e succ. mod.).

La copertura assicurativa per gli studenti coinvolti in progetti di A.S.L. è a carico della Scuola.

 

 

Per approfondire