Istituti teologici interdiocesani: c’è il «Dies accademicus»

«La laicità pro-vocata dal cristianesimo. Frontiera o spazio comune?» è il tema che affronterà don Francesco Brancaccio in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico 2019-20 mercoledì 20 novembre, alle 17.30, nella chiesa di San Bernardino in via Ellero a Udine. Seguirà la consegna dei diplomi di laurea triennale e specialistica e del Premio Canciani alle migliori tesi di laurea.

L’anno accademico 2019-20 degli Istituti teologici interdiocesani del Friuli Venezia Giulia – l’Istituto superiore di Scienze religiose “Santi Ermagora e Fortunato” di Udine, Gorizia e Trieste, lo Studio teologico di Castellerio e il Seminario interdiocesano – si inaugura mercoledì 20 novembre, alle 17.30, nella chiesa di San Bernardino in via Ellero a Udine. Interverranno il moderatore degli Istituti, l’Arcivescovo Andrea Bruno Mazzocato, il prodirettore dell’Issr, don Federico Grosso, e il direttore dello Studio teologico, don Stefano Romanello. Alle 18.10 la lectio magistralis «La laicità pro-vocata dal cristianesimo. Frontiera o spazio comune?» di don Francesco Brancaccio, che sarà l’occasione per mettere a fuoco una tematica particolarmente attuale, connessa con la dimensione pubblica della fede cristiana.

Seguirà la consegna dei diplomi di laurea triennale e specialistica e del Premio Canciani alle migliori tesi di laurea.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube