dove ti trovi: Beni culturali » Highlights Catecumenato » Bando fondazione CRUP 
Share

La Fondazione CRUP attiva il bando "Restauro beni mobili"   versione testuale

È una presenza costante, caratterizzata da un sostegno continuativo e capillare al patrimonio culturale locale, quella della Fondazione Crup che oggi rinnova il suo impegno nel settore arte, attività e beni culturali mettendo a disposizione un plafond di 250 mila euro attraverso il bando «Restauro beni mobili». L’iniziativa mira a sostenere interventi mirati alla conservazione del patrimonio artistico delle province di Udine e Pordenone.
 
Il bando co-finanzierà – nella misura massima del 50% dei costi preventivati e comunque entro un limite massimo individuale di 15 mila euro – progetti ed iniziative di terzi volti a favorire la tutela e la valorizzazione del patrimonio architettonico, artistico e storico locale, nonché ad incentivare la diffusione della conoscenza di tale patrimonio e la sua fruizione.
 
Destinatari del bando sono istituzioni o enti pubblici, enti religiosi (incluse le parrocchie), associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, che organizzano attività culturali o svolgono o promuovono attività di studio, di ricerca e di documentazione di rilevante valore culturale e artistico, coerenti con le finalità statuarie della Fondazione.
 
 
 
Modalità di domanda:
La domanda andrà presentata compilando l'apposito modulo ROL (Richieste On Line), pubblicato sul sito internet della Fondazione CRUP www.fondazionecrup.it/domande/bandi
 
Per l'ammissibilità della richiesta è necessario confermare on line, stampare e sottoscrivere tutti i documenti, consegnare o inviare a mezzo posta la copia cartacea corredata da tutti gli allegati non elettronici, al seguente indirizzo: Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, via Manin, 15, 33100 Udine. 
La domanda con i relativi allegati dovrà pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 27 febbraio 2015.
 
L'ufficio Beni Culturali dell'Arcidiocesi di Udine, rimane a disposizione per consulenze e chiarimenti in merito al bando e alle attività che possono rientrare nello stesso.