Author:

«Prendi il largo e gettate le vostre reti (Lc 5,4)»: ecco la nuova lettera pastorale dell’Arcivescovo di Udine

«Alla Chiesa udinese chiamata a riaccendersi di passione missionaria» il sottotitolo del testo che è stato consegnato ai fedeli in occasione del tradizionale pellegrinaggio diocesano di Castelmonte. Qui il testo integrale e la guida alla lettura

Alle porte di un nuovo anno pastorale che in diocesi prenderà il via il 26 settembre, il pastore della Chiesa udinese, mons. Andrea Bruno Mazzocato, scrive ai fedeli una nuova lettera pastorale: «Prendi il largo e gettate le vostre reti (Lc 5,4). Alla Chiesa udinese chiamata a riaccendersi di passione missionaria», consegnata in occasione del tradizionale pellegrinaggio diocesano a Castelmonte, mercoledì 8 settembre.  Non una … Continua a leggere «Prendi il largo e gettate le vostre reti (Lc 5,4)»: ecco la nuova lettera pastorale dell’Arcivescovo di Udine »

L’Arcivescovo a Madone di Mont: «Per una nuova passione missionaria serve il “salto della fede”»

Mons. Mazzocato ha indicato la figura di Simon Pietro per ritrovare la sua convinzione e il suo coraggio di gettare le reti “sulla Parola di Gesù”. Consegnata la nuova lettera pastorale.

«Affidare comunitariamente all’intercessione di Maria il nuovo anno pastorale che stiamo iniziando in Diocesi, nelle Collaborazioni pastorali e nelle Parrocchie». E, ancora, «chiedere la forza per attraversare questa pandemia senza lasciarci sopraffare da paure o rassegnazioni, ma comprendendo quale sia la direzione che il Signore ci sta indicando». Così l’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, nell’indicare le due intenzioni di preghiera che la chiesa … Continua a leggere L’Arcivescovo a Madone di Mont: «Per una nuova passione missionaria serve il “salto della fede”» »

Chiesa in festa per i Santi Patroni: nuovo slancio missionario

Ai vespri l'arcivescovo ha indicato gli orientamenti per l'anno pastorale 2021-22, evidenziando un forte slancio missionario: «Torniamo a gettare, in questo nostro Friuli, la rete della predicazione del Vangelo, dell’esperienza spirituale e liturgica, della solidarietà con chi ha più bisogno». Nella solennità dei Santi Patroni, lunedì 12 luglio, come da tradizione dopo la Santa Messa in Cattedrale, mons. Mazzocato ha benedetto la città con le reliquie dei santi

Dopo i Vespri solenni celebrati domenica 11 luglio, oggi la Chiesa friulana si è riunita in Cattedrale per festeggiare i Santi Ermacora e Fortunato, martiri della Chiesa di Aquileia, patroni dell’Arcidiocesi e della regione, nonché della città di Udine (qui l’omelia pronunciata dall’Arcivescovo). Al termine della concelebrazione, sul sagrato, la benedizione della città con le reliquie dei santi Patroni da parte dell’Arcivescovo mons. Andrea Bruno … Continua a leggere Chiesa in festa per i Santi Patroni: nuovo slancio missionario »

Comunità cattoliche migranti in preghiera con l’Arcivescovo

Si rinnova la tradizione che vede le comunità cattoliche migranti raccogliersi in preghiera per l'Adorazione eucaristica. Appuntamento venerdì 2 luglio a Udine nella chiesa di Santa Maria della Neve

Venerdì 2 luglio alle ore 20, nella chiesa di Santa Maria della Neve in via Ronchi a Udine (ex Cappuccini), l’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, presiede l’Adorazione eucaristica delle comunità cattoliche immigrate. Tema dell’incontro: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?».

Maratona di preghiera: la chiusura il 31 maggio al Santuario di Castelmonte

L’appuntamento – che sarà presieduto dall'arcivescovo di Udine – è fissato per lunedì 31 maggio, alle ore 17. Alla Santa Messa seguirà la recita del Rosario con la comunità dei Frati. La diretta radiofonica su Radio Spazio e in streaming su YouTube e su questa pagina.

Un Rosario corale, all’unisono, per invocare la fine della pandemia, ha unito lungo tutto il mese di maggio il Friuli ai cristiani di tutto il mondo. Anche la Diocesi di Udine, infatti, ha accolto l’appello alla maratona di preghiera lanciato da Papa Francesco, che ha coinvolto ogni sera un diverso santuario nella recita in diretta della preghiera mariana. Ogni sera un’intenzione specifica a scandire le … Continua a leggere Maratona di preghiera: la chiusura il 31 maggio al Santuario di Castelmonte »

San Pietro al Natisone, Antro, Brischis ed Erbezzo: c’è l’ingresso del nuovo parroco don Alessandro Fontaine

Sabato 29 maggio alle 17 nella chiesa parrocchiale di San Pietro al Natisone l'arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, presiederà la Santa Messa per l'ingresso ufficiale del nuovo parroco don Alessandro Fontaine

Sarà una giornata di festa quella che attende – sabato 29 maggio – la comunità di San Pietro al Natisone, alle 17, infatti, durante la Santa Messa presieduta dall’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, farà il suo ingresso ufficiale il nuovo parroco, don Alessandro Fontaine che guiderà anche le parrocchie di Antro, Brischis ed Erbezzo. Classe 1987, il sacerdote è nato a Uccle, nell’hinterland … Continua a leggere San Pietro al Natisone, Antro, Brischis ed Erbezzo: c’è l’ingresso del nuovo parroco don Alessandro Fontaine »

Dies Academicus con la lectio magistralis di mons. Marino Qualizza

L'appuntamento è per giovedì 27 maggio alle 17.30 nella sala Scrosoppi dell'ex seminario di viale Ungheria, ma anche in diretta web sul sito dell'Istituto superiore di Studi religiosi. Interverranno l'arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, nonché il direttore dell'Issr, don Federico Grosso, e il pro-direttore dell’Istituto teologico, e don Franco Gismano. La lectio magistralis dal titolo «sarà mons. Marino Qualizza, ora docente emerito, a tenere la lectio magistralis dal titolo «L’interrogativo sulla creazione. Un approccio teologico-liturgico» è affidata a mons. Marino Qualizza

È in programma per giovedì 27 maggio nella sala “Scrosoppi” dell’ex seminario di viale Ungheria, a Udine, il dies academicus degli Istituti teologici interdiocesani del Friuli-Venezia Giulia, comprendenti l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Santi Ermagora e Fortunato” e lo Studio teologico interdiocesano con sede nel seminario di Castellerio. Ad aprire il dies alle 17.30 sarà l’intervento dell’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, anche moderatore … Continua a leggere Dies Academicus con la lectio magistralis di mons. Marino Qualizza »

Le aggregazioni laicali celebrano la Novena della Pentecoste al Santuario della B.V. delle Grazie

Ogni giorno fino al 22 maggio - vigilia di Pentecoste - il santuario cittadino ospiterà la preghiera animata da diversi gruppi laicali. La chiusura con la grande veglia presieduta dall'Arcivescovo in Cattedrale.

Diverse decine di movimenti, associazioni e aggregazioni laicali operanti in diocesi, al cospetto di Maria, per animare la preghiera e la riflessione. Anche quest’anno la Consulta diocesana dei laici associati propone la Novena di Pentecoste, ma l’appuntamento si trasferisce dalla Cattedrale di Udine al santuario della Beata Vergine delle Grazie, per un affidamento speciale alla Madonna e l’invocazione della liberazione dalla pandemia. Da venerdì 14 … Continua a leggere Le aggregazioni laicali celebrano la Novena della Pentecoste al Santuario della B.V. delle Grazie »

Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali: andare «laddove nessuno va»

Nel suo Messaggio – per la Giornata che sarà celebrata domenica 16 maggio – Papa Francesco mette in guardia dal rischio di un'informazione sempre uguale, esortando, tra le altre cose, a non raccontare la pandemia solo con gli occhi del mondo più ricco. Ogni parrocchia è invitata a rivolgere un'intenzione di preghiera particolare per il mondo della comunicazione e i suoi operatori

Domenica 16 maggio si celebra la 55ª Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali che quest’anno ha per tema «Vieni e vedi» (Gv 1,46). Comunicare incontrando le persone dove e come sono, a questo link il testo integrale del Messaggio di Papa Francesco, in cui mette in guardia dal rischio di un’informazione sempre uguale, esortando ad andare “laddove nessuno va” e non raccontare la pandemia solo con gli … Continua a leggere Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali: andare «laddove nessuno va» »