Covid-19 e nuove povertà: ecco come dare un aiuto concreto

Aumenta il numero di famiglie in grave difficoltà a causa della pandemia. La Caritas Diocesana di Udine sta dando risposte importanti a chi sta vivendo una situazione di fragilità, ma c'è bisogno dell'aiuto di tutti. Ecco qui come poter contribuire in maniera semplice, ma efficace: dalle donazioni alla spesa sospesa al «Carrefour» del Terminal Nord

La pandemia di Covid-19 sta portando con sé gravi e pesanti ricadute anche in ambito economico (qui alcuni approfondimenti). Sono numerose infatti le persone che per la prima volta affrontano una situazione di disagio profondo, trovandosi nell’impossibilità addirittura di mettere insieme il pranzo con la cena. Ecco allora che la Caritas diocesana di Udine ha reso più flessibili i propri servizi, in particolare la mensa diocesana «La Gracie di Diu», non offre solo i pasti (ora in modalità da asporto), ma si è attivata, sin dai primi giorni dell’emergenza per fornire la borsa della spesa solidale direttamente a domicilio di chi ne avesse necessità.

Le richieste sono letteralmente lievitate, diversi i modi in cui si può contribuire:

  • innanzitutto facendo delle donazioni in generi alimentari, anche in forma anonima alla mensa diocesana, a Udine, in via Ronchi 2 dalle 8 alle 15, oppure chiamando il numero 0432 294854 per concordare un ritiro a domicilio;
  • con una donazione in denaro (Conto corrente Centro Caritas dell’Arcidiocesi di Udine Onlus, codice IBAN IT 45 U 02008 12310 000001515712 aperto presso UNICREDIT BANCA causale “Donazione liberale alla mensa diocesana”);
  • ma anche grazie al sistema della “spesa sospesa” che è possibile effettuare al Carrefour del Terminal Nord.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Arcidiocesi di Udine sui social

Facebooktwitterrssyoutube