Dove ti trovi:  Arcivescovo » Documenti » Messaggi » Messaggio per la Pasqua 2017 
Share

Messaggio per la Pasqua 2017   versione testuale

Cari Fratelli e Sorelle,

nella Santa Messa del giorno di Pasqua pregheremo con un’antica Sequenza che in una strofa afferma: «La morte e la Vita si sono affrontate in un prodigioso duello; il Signore della Vita era morto ed ora regna risorto». Quando Gesù fu inchiodato sulla croce, appena fuori delle mura di Gerusalemme, il centurione romano e i suoi soldati capirono chi avevano giustiziato ed esclamarono: «Costui era veramente il Figlio di Dio!». Lo capirono meglio ancora Maria Maddalena e gli apostoli quando incontrarono  il loro Maestro risorto il mattino di Pasqua. Con la luce della fede, compresero che Gesù era il Signore della Vita e che aveva affrontato la più grande battaglia di tutta la storia dell’umanità: lo scontro tra la vita e la morte. Non si era tirato indietro di fronte agli insulti e agli sputi e, neppure, davanti alla morte straziante e ignominiosa della crocifissione. Nel suo Cuore trafitto aveva portato l’ Amore misericordioso di Dio fin dentro la morte trasformando la sua tomba in via verso la vita eterna di risurrezione.

 

Lo scontro tra la vita e la morte, tra il bene e il male, tra lo Spirito di Dio e lo spirito del maligno continua a tormentare la vita degli uomini. Lo sentiamo vivo all’interno di ognuno di noi, nei sentimenti, nei desideri, nelle paure che si combattono nella nostra mente e nel nostro cuore. Lo vediamo spesso e tragicamente in azione nelle famiglie, tra le persone che conosciamo e negli avvenimenti del mondo di cui ci giunge notizia. Con le proprie forze morali e  fisiche nessun uomo ne esce vincitore e nessun progetto sociale e politico ha la meglio sulle forze del male, dell’egoismo e della morte.

 

Ha vinto Gesù che ha preso su di sé i nostri peccati e tutto il male che tormenta il mondo e con la sua compassione e misericordia senza confini ha condannato il Principe di questo mondo. Ha aperto la strada dell’amore che passa oltre la morte.

 

Le feste della Santa Pasqua ci invitano a rinnovare la nostra alleanza con Gesù, iniziata col battesimo. Sono tempi che chiedono ai cristiani di schierarsi senza troppi compromessi. Schieriamoci con Gesù e diamo il nostro piccolo contributo alla sua lotta vittoriosa contro il male e la morte. Solo così gli anni della nostra vita terrena avranno avuto un senso e un valore e ci porteranno con Gesù risorto nella vita eterna. Con questa speranza, buona e santa Pasqua a tutti.